ISTITUTO DI STUDI SUI SISTEMI REGIONALI
FEDERALI 
E SULLE AUTONOMIE
  
”Massimo Severo Giannini”

Tipi di decentramento, federalismo fiscale e performance economica in una prospettiva di politica economica comparata

Responsabile scientifico: Stelio Mangiameli

Nel corso degli ultimi decenni, la maggior parte dei paesi hanno riformato i loro contesti istituzionali decentrando potere politico e autonomia fiscale verso governi sub-nazionali, sulla base dell’idea che il decentramento avrebbe aumentato l’efficienza e la crescita economica. La relazione tra decentramento e crescita economica, tuttavia, è piuttosto complessa, e gli studiosi hanno cercato di districarla sia teoricamente che empiricamente. Gli studi sul decentramento sono attualmente caratterizzati da una mancanza di un quadro teorico ben definito, così come la presenza di verifiche empiriche conclusive sull’argomento.

Un problema fondamentale in questa ricerca è che il decentramento è un fenomeno multi-dimensionale comprendente numerosi aspetti collegati tra loro. Anche se l’importanza di prendere in considerazione le diverse forme di decentramento e le loro interrelazioni è stata riconosciuta, tale distinzione è stata raramente adottata sia nella teoria sia nella ricerca empirica. Lo scopo di questo progetto è duplice. In primo luogo, si propone di studiare come il decentramento è stato realizzato nei paesi nelle sue tre principali dimensioni: fiscale, amministrativo, e politico. In secondo luogo, si propone di esplorare quelle che risultano essere le condigurazioni più efficaci in termini di risultati economici aggregati (crescita economica, sostenibilità fiscale, disuguaglianza, ecc.). Il progetto adotta una prospettiva comparativa ed ha carattere teorico ed empirico.